Il danno all'immagine pur definito in via equitativa deve essere proporzionato e non irrisorio